NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il trasporto sanitario

ambulanzavectorizedIl trasporto sanitario è la più antica e la più diffusa tra le attività svolte dalle Misericordie, iniziata oltre sette secoli or sono quando i primi fratelli trasportavano a spalla gli ammalati verso gli “spedali” dell'epoca.
Nel corso dei secoli questo servizio ha cambiato fisionomia ed è divenuto sempre più articolato, sia perché i mezzi di trasporto diventavano più funzionali (dalla barella a spalla alla lettiga su ruote fino alla prima ambulanza) sia perché il servizio stesso veniva svolto nella sua totalità (erano le stesse Misericordie che, talvolta, gestivano direttamente veri e propri ospedali).
Oggi la grande maggioranza delle Misericordie svolgono attività di soccorso e trasporto sanitario con ambulanze di tipo "ordinario", ambulanze di soccorso avanzato, automediche ecc. ecc.
In Italia il Servizio Sanitario è prerogativa dello Stato il quale detta le regole generali e delega alle regioni per l'attuazione dei Piani nazionali. Le Misericordie entrano perciò all'interno del sistema tramite convenzioni che vengono stipulate a vario livello, nel rispetto della Legge 266/91 (legge quadro sul volontariato).
Laddove le Misericordie sono inserite nel sistema di emergenza queste interagiscono con le Centrali Operative 118 (vedi DPR 27 marzo 1992) e, in alcuni casi, operatori delle Misericordie si trovano proprio all'interno delle centrali stesse.
L'attività del trasporto sanitario delle Misericordie non riguarda solo il trasferimento da e per gli ospedali dei singoli pazienti ma si estende anche al trasporto di organi, sangue, cordone ombelicale, ecc. concorrendo così a tutte quelle attività proprie del SSN.

tuttiromapapa